Gruppo Archeologico XAIPE Via Antonino Lo Presti, 35 91018 Salemi (TP) Infoline: 338.64.32.177
Web: www.xaipe.it                              Mail: info@xaipe.it
seguici su
Home Chi siamo Info Eventi Contatti
Maria S.S. Immacolata Il culto a Maria Immacolta è stato presente sin dal 1300 ad opera dei frati conventuali minori e proprio nello loro Chiesa (comunemente chiamata di S. Antonino) nel 1740, l'8 dicembre alle ore 22.00, arrivò da Palermo la statua lignea che succesivamente venne portata all'antico duomo e oggi custodita nella Chiesa Madre (ex Collegio dei Gesuiti). La statua, in occasione della festa, viene vestita d'oro: la corona, lo stellario, la cintura, la luna e altri gioielli sono frutto di ex voto che i fedeli nel corso degli anni hanno fatto alla Vergine. Alla statua della Madonna, sempre in occasione della festa, viene collocata la chiave della Città di Salemi, donata negli anni '40 dal popolo come segno di affidamento alla sua protezione materna. Inoltre la vara viene riempita con diversi e tanti fiori che i fedeli offrono alla Vergine durante la giornata della festa. I colori delle rose e delle orchidee, il luccicare dell'oro, le delicate luci, che a corona le girano attorno, insieme all'espressivo volto dell'immagine della Vergine rendono così suggestiva ed emozionante l'intera processione per le vie della Città. La Statua lignea del '700, attribuita erroneamente a Girolamo Bagnasco (artista palermitano), alta circa 2 metri è tutta in legno massiccio con piccole parti decorative in gesso o polvere di gesso, il velo e alcune parti sono rivestite con foglia d'oro, un tempo doveva esaltare in lucentezza. Anche dopo diversi restauri la statua è arrivata a noi oggi senza nessuna modifica composizionale. Essa è composta da un primo pezzo che raffigura la Vergine, da una base dove troviamo raffigurati gli angeli, il serpente e la mezza luna, queste due parti sono unite da bulloni le quali non sono state staccate mai. Custodita gelosamente nella Chiesa Madre, oggi rimane, per l'intera città, l'immagine della Vergine più preziosa e cara e nei secoli ha rappresentato la devozione mariana dei salemitani. La città di Salemi è prima in tutta la Diocesi di Mazara nella devozione all'Immacolata, nel giorno della sua festa accorrono fedeli da tutti i paesi della provincia.